ONDE DI MONTAGNA

ONDE DI MONTAGNA

10 Gennaio 2020 wp_6088610 0

ONDE DI MONTAGNA di Susanna Montagna

20 – 25 luglio  2019

La creatività è un’onda che ti trasporta altrove, magari su un’isola deserta, dove diventi uno scrittore ispirato dal rumore del vento o sulla vetta di una montagna per poter dipingere il movimento del mare, finanche nel caos di una città dove impari a isolarti dal caos, perché tu stesso sei quel caos che genera stupore e interesse. La creatività è un dono con cui si nasce, non si acquisisce, un po’ come l’eleganza, ed è una sensazione tutta speciale che solo chi la vive sa riconoscere. L’onda creativa è potente, inarrestabile, per qualche verso tiranna, perché ti fa cavalcare fino a consumarti, ma nello stesso tempo ti concede energia e passione nel creare e non esiste confine per dove ti può condurre. Ed è grazie a quest’onda che le persone s’incontrano, entrando in una sorta di cerchio magico, dove tutto diventa possibile e le coincidenze sembrano prendere il nome di destino e ogni dettaglio, per quanto possa apparire insignificante, ha una propria chiave di lettura e nulla è casuale, perché l’energia è cosmica e ci unisce, a volte indipendentemente dalla nostra apparente volontà.Così una ex giornalista divenuta scrittrice, per poi approdare al design e alla scultura, diventa amica di una decoratrice amante del mare, diventata  poi pittrice di onde e insieme decidono di cavalcare l’onda creativa per una nuova avventura. In due si viaggia bene, ma in tre è ancora più stimolante, soprattutto se la terza creativa, viene dall’architettura ed ha abbandonato piante, prospetti e ristrutturazioni, per inseguire la sua passione per il metacrilato, materiale simile al plexiglass, con cui realizza gioielli e suggestive sculture.Loro sono Monica Stori, Susanna Montagna e Laura Mustacciuoli, tre donne che hanno cambiato la loro vita per inseguire un sogno…

E questo sogno è oggi una mostra dal titolo appunto “L’Onda creativa”, un’esposizione in cui potrete ammirare le tele di Susanna Montagna, in cui le sue Onde materiche ci fanno dimenticare il tempo e valorizzare al meglio l’istante, i mobili di design e le sculture in ferro di Monica Stori, così come le creazioni di Laura Mustacciuoli, che usa sapientemente il metacrilato, per dar vita ad oggetti, su cui la luce sembra giocare a nascondino con i colori, in un rimando di riflessi, che cambiano secondo l’ora del giorno.